TBMarmi Chiaravalle: torna Virginia Ferroni!



Un altro graditissimo ritorno in casa TBMarmi Chiaravalle:
Maria Virginia Ferroni torna a vestire Rosanero!
Virginia, che ha già indossato la maglia dell'allora Atletico Chiaravalle, rientra "alla base" dopo aver intrapreso un'esperienza a Padova per motivi universitari.
Nonostante la giovane età, classe 1999, Virginia ha saputo farsi apprezzare sia in campo che fuori.
Qui sotto la breve chiacchierata che abbiamo fatto con Virginia.


Ciao Virginia,
bentornata tra noi!
Lo scorso anno le nostre strade si erano divise ma c'era nell'aria il presentimento che si sarebbero incrociate di nuovo...ed eccoti qua!


Eh sì, il percorso universitario che ho intrapreso mi ha portato lontano da casa, compresa quella calcistica.
Per questo, appena mi si è palesato quest'anno lo spiraglio di ritornare, mi ci sono infilata senza pensarci un secondo di più.
Certo la mia sarà una presenza particolare, "part-time" diciamo, dovendo comunque dividermi tra qua e Padova ma, nonostante questo, appena riatterrata in terra chiaravallese ho ritrovato quella facilità d'intesa e quell'affiatamento anche fuori dal campo che ricordavo con così tanto affetto, nonostante i volti nuovi o “riacquisiti”.

L'esperienza a Padova cosa ti ha lasciato in termini personali e sportivi?

Il primo anno a Padova è stato di vero ambientamento: sono stata accolta dal Calcio Padova Femminile sin dal mio arrivo nella città ma, per questioni di tesseramento, avevo potuto essere ufficializzata solo nella seconda parte della stagione.
Quella è stata dunque un'esperienza soprattutto di formazione in allenamento ma molto importante:
la categoria era la stessa da cui arrivavo ma ho imparato che ogni compagna, Team, allenatore,ecc..., può proporti quella sfida, quel tipo di approccio, quel consiglio in grado di arricchire qualunque bagaglio sportivo ed umano pregresso.
L'anno scorso, invece, ho potuto vivere un'esperienza (ovviamente interrotta prima del previsto) nella serie C veneta, tornando così a calcare il campo con continuità e quindi guadagnando in termini di responsabilità e di riflessione sui miei limiti, ma anche sulle possibilità personali.

Il tuo obiettivo personale per quest'anno è....?

Esserci.
Come ho detto al mister mentre ci stavamo accordando per il mio ritorno, questo sarebbe stato possibile solo se sarei potuta risultare davvero una risorsa per questa squadra e società.
Vista infatti la natura altalenante della mia disponibilità per le motivazioni sopradette, non volevo che ciò potesse costituire un peso: voglio e devo essere io a servizio della squadra, non viceversa.